Percorso risorgimentale con la classe II^ B della “S. Pellico”

Il giorno 6 giugno 2022, le prof.sse Penzo Maria Grazia e Rosa Sabrina assieme al cav. Chieregato Isidoro e ad alcuni volontari dell’Associazione Bersaglieri di Chioggia hanno accompagnato gli alunni della classe II^ B ad una visita guidata per le vie della città di Chioggia. Tutti gli alunni sono usciti dalla scuola in modo ordinato e hanno fatto una tappa in campo Padre Raimondo Calcagno già “campo Duomo” per rendere omaggio, osservando la lapide qui esposta, ai fanti partiti proprio da questo luogo nel ’15 e caduti nel primo conflitto mondiale. Questa sosta è servita di pretesto al cavalier Chieregato Isidoro per affermare che le guerre sono da deprecare perché in ogni conflitto non c’è né un vinto né un vincitore, ma solo morti e distruzioni e ha fatto un chiaro riferimento all’attuale guerra in Ucraina. Ha detto anche che le lapidi ricordano il nostro passato, quando eravamo dominati dallo straniero e che la lotta per la nostra libertà indipendenza, è costata tante vite umane. La seconda sosta è stata compiuta in corso del Popolo, prima di palazzo Nordio Marangoni, davanti alla casa dove nacque Mario Merlin. Qui è stata collocata una lapide che rende omaggio alla medaglia d’oro al valor militare assegnata a Mario Merlin caduto nel ‘17.

Con la terza tappa allo stendardo in piazza XX Settembre, abbiamo capito che, in seguito alla breccia di Porta Pia a Roma, provocata proprio il 20 settembre 1870, è avvenuta l’annessione di Roma al Regno d’Italia. La quarta e avvenuta sempre in corso del Popolo, davanti alla lapide collocata nella casa dove è stata sottoscritta la resa imposta al comandante austriaco, dopo l’insurrezione popolare del 1948 a Chioggia. Nella lapide si ricordano anche i nomi di cittadini benemeriti patrioti tra cui il podestà di Chioggia Naccari Antonio. Gli alunni, poi, ritornando verso la scuola, hanno compiuto un’ultima sosta sotto il palazzo municipale. Anche qui è stato reso omaggio ai caduti del 1848, quando la popolazione di Chioggia insorse contro lo straniero austriaco. Il cav. Chieregato Isidoro ci ha raccontato anche alcuni episodi di tale insurrezione, come lo screzio compiuto durante una processione a un ragazzo che ha fatto sollevare parte della popolazione contro lo straniero. Da ultimo, sotto un sole cocente, la scolaresca ha fatto ritorno a scuola dopo aver ringraziato il cav. Chieregato Isidoro e i volontari per l’istruttiva visita alla città e per la bella ora trascorsa. Chiaramente anche adesso rinnoviamo il nostro grazie a tutta l’Associazione Bersaglieri di Chioggia e al suo presidente cav. Chieregato Isidoro.

Inaugurazione della nuova biblioteca alla “Pellico”

L’ultimo giorno di scuola è stata inaugurata l’aula biblioteca della Scuola Secondaria “S. Pellico”, il cui progetto è stato curato dalle docenti Monica Perini – insegnante per le attività di sostegno – Francesca Bonfatti – insegnante di Arte e immagine – e con la partecipazione di Caterina Salvagno – insegnante per le attività di Potenziamento in Arte – che ha prodotto un elaborato a tema.

Sono state invitate le classi 1A, 1B e 1E: gli alunni hanno osservato i pensieri appesi alle pareti, poi le docenti hanno chiesto loro di fare varie alcune osservazioni e considerazioni.

Si è parlato delle immagini mentali che ognuno genera durante la lettura dei libri e che ci rendono partecipi, ci fanno viaggiare e ci fanno volare con la fantasia. La lettura porta alla conoscenza, alla libertà e alla crescita personale.

Nella stanza sono presenti l’angolo del mare, al quale ha collaborato il gruppo dell’inclusione con alcuni alunni. Per l’allestimento dell’angolo del verde e della natura hanno invece contribuito vari altri alunni della scuola.

Sono poi stati distribuiti dei segnalibri da colorare e quindi gli alunni si sono lasciati trasportare dalla fantasia a completare l’elaborato con pastelli e pennarelli. Ognuno si è composto un segnalibro personalizzato da poter utilizzare il prossimo anno scolastico durante la lettura di qualche libro.

Infine sono state salutate le classi augurando loro buona estate e buone vacanze, con la speranza di utilizzare molto questo nuovo ambiente e iniziando il prossimo anno scolastico con una marcia in più.

 

Il seguente video raccoglie i lavori dell’attività finale delle classi prime e il contributo degli alunni che hanno collaborato durante le attività di potenziamento di arte.

 

Viaggio a Roma della 5^ A “Marchetti”

 

Nell’ambito del concorso nazionale “CONTEST” – “Scuola Attiva Kids”, promosso da Sport e Salute e dal Ministero dell’Istruzione.

Tra tutti gli elaborati del Veneto è stata premiata la classe 5^ A del plesso Marchetti, giunta prima, vincendo un viaggio gratuito di tre giorni a Roma: complimenti alle maestre ed alunni!!!

 

La Silvio Pellico – Storia di una scuola, storia di una comunità

Sono passati già sette anni dalla pubblicazione del libro “La Silvio Pellico, storia di una scuola, storia di una comunità”.

Il volume ha ripercorso la lunga vita di un istituto, che è stato luogo di formazione e di cultura per tante generazioni di giovani studenti e che continua ad essere punto di riferimento per tante famiglie chioggiotte.

Rendiamo disponibile il PDF, sperando di fare cosa gradita a quanti hanno fatto e fanno parte della sua lunga storia.

 

 

 

Da sinistra le prof.sse Anna Farnia, Sabrina Ghezzo, Laura Casson, Francesca D’Andrea, Anna Maria Bonanno e Luciana Salvagno.

I Bersaglieri nella nostra scuola

Nonostante la terribile epidemia che sta colpendo l’Italia e il mondo, una rappresentanza dell’Associazione Bersaglieri di Chioggia, composta dal cavaliere sergente Chieregato Isidoro e dalla sig.ra Baldo Luisa, ha fatto visita, giovedì 10 marzo 2022, alla classe II^ B della scuola secondaria di primo grado “S. Pellico”.

I Bersaglieri, accolti molto bene dagli alunni e dall’insegnante prof.ssa Penzo Maria Grazia, hanno subito portato in aula una ventata di spirito patriottico appendendo il tricolore e facendo sentire, mentre tutta la classe era in attenti, l’inno nazionale.

Subito dopo il cavaliere sergente Chieregato Isidoro con forza ed energia ha parlato agli alunni spiegando che il corpo dei Bersaglieri nacque nel 1836 per sostenere la fanteria dell’esercito sabaudo che si muoveva lenta e pesante. Il fondatore fu Alessandro Ferrero della Marmora, capitano dei Granatieri che pensò ad un corpo agile, veloce e strutturato in gruppi di grande mobilità. Il cavaliere sergente Chieregato Isidoro in seguito ha mostrato dal vivo, ai ragazzi, il cappello piumato dei Bersaglieri che è un loro simbolo rispondendo anch’esso al desiderio di rinnovamento e funzionalità della fanteria del 1836.

I cappello è tondo, a tesa larga per riparare dalla pioggia e dal sole, allungato per proteggere la nuca, con una “corona di ferro” per attutire le sciabolate. Anche il resto della divisa venne pensato come chiedeva il capitano La Marmora “per muoversi di corsa, presto e bene”. Il sergente Chieregato ci ha anche parlato dell’importante parte di storia del nostro Paese che è il Risorgimento mostrandoci immagini e disegni sull’argomento.

Il tutto si è concluso con la proclamazione di una poesia sui Bersaglieri letta dalla sig.ra Baldo Luisa.

Inutile dire che i Bersaglieri, anche questa volta, hanno lanciato il loro messaggio di entusiasmo e positività verso le nuove generazioni.

Grazie di cuore!

Vivi sostenibile

Il percorso di Educazione civica ci ha portati, attraverso lo studio della Geografia, a riflettere sui cambiamenti climatici e sul futuro del nostro Pianeta.

Tra ironia, riflessioni e creatività, ecco i nostri consigli per vivere in modo più sostenibile, avendo a cuore la salute della Terra che è la nostra dimora.

La classe III E della “Pellico” e la prof.ssa Laura Penzo.

Come fiori tra le rocce

 

In mezzo alle tenebre della  Shoah, si fanno strada piccoli “spiragli di luce” che la storia non cita abbastanza.

Come fiori sbocciati tra rocce inospitali, queste testimonianze raccontano che la speranza e la dignità non possono essere schiacciate nemmeno dalla furia più disumana e feroce.

Classe III E “Pellico” e Prof.ssa Laura Penzo per il Giorno della Memoria.

 

1 2 3 8