Gli OPEN DAY dell’Istituto Comprensivo “CHIOGGIA 1”

 

L’Istituto Comprensivo “Chioggia 1” si presenta alla Città.

 

Inizia in questi giorni, per tutte le scuole, il periodo dell’orientamento e anche l’Istituto Comprensivo “Chioggia 1” si prepara ad aprire le porte a genitori e ad alunni. Da quest’anno la scuola è retta da una nuova dirigente, la Prof.ssa Maria Cristina Baleani, vincitrice dell’ultimo concorso, che si è proposta fin da subito di ridare slancio e di contribuire a rinnovare un istituto che ha formato generazioni di studenti e che vuole continuare ad essere punto di riferimento per tantissime famiglie. Il Collegio dei docenti ha subito raccolto la sfida e con la dirigente si è impegnato a formarsi ancora di più su varie tematiche, come il digitale e che vanno dall’inclusione a un’apertura sempre maggiore al territorio e alle famiglie. Il nostro istituto crede fortemente che una scuola che vuole formare deve essere al passo con i tempi e deve sapersi confrontare con le sfide cui ci pongono dinanzi l’Europa e il mondo intero: ecco allora lo sforzo per internazionalizzare, cioè per rendere gli studenti sempre più competenti nella pratica delle lingue straniere, con le certificazioni linguistiche, introduzione di lettori e lingue opzionali, ma anche i viaggi di istruzione e i gemellaggi con altre scuole all’estero. Internazionalizzare ma anche digitalizzare e lavorare nei laboratori a tema, mettere gli allievi a contatto con gli strumenti attuali di comunicazione, di ricerca, di conoscenza, di apprendimento, affinché la scuola non sia avulsa dal mondo che ci circonda, ma vi sia pienamente inserita, offra continui stimoli di crescita e di promozione per tutti e diventi un laboratorio permanente di ricerca e sviluppo, aperto oltre il tempo scuola normale per accogliere diverse esigenze formative e diventare ancora di più un punto di riferimento nel centro della città. Inoltre l’attenzione è diretta anche alla promozione culturale e umana di tutti, ma anche attenta a ciascun alunno, perché l’inclusione è un altro degli aspetti su cui l’istituto si prefigge di continuare a impegnarsi e a lavorare. Potremmo dire che sono proprio questi i tre punti focali che vedranno in prima linea docenti e allievi e che porteranno a guardare alle sfide dell’oggi e del futuro, ma senza disdegnare la tradizione, che integra il nuovo e gli dà significato. L’offerta formativa è ampia e contempla la musica, lo sport, il teatro, l’arte, il benessere, fino ai progetti con le scuole superiori e molto, molto altro. Il tutto mentre si è immersi in un ambiente sicuro e caratterizzato da un dialogo e ascolto continui. Fondamentale, però, perché una scuola sia viva e al passo con i tempi, è la continua formazione del docente, il suo continuo aggiornamento e, proprio per questo, la prima parte dell’anno ha già visto molti insegnanti dell’istituto impegnati in convegni e giornate di studio in varie città italiane ed anche all’estero, che hanno portato linfa, arricchimento e slancio alle attività e alla progettualità. 

Per conoscere meglio l’istituto e la sua offerta formativa si invitano allievi e genitori a partecipare agli “Open Day”, che si terranno nelle varie sedi scolastiche secondo il seguente calendario:

Primaria “Gregorutti”, 30 novembre, ore 9.30 Secondaria di I grado “Pellico” e sua sezione musicale, 5 dicembre, ore 15.00 Infanzia “Padoan”, 10 dicembre, 16.20 Primaria “Marchetti”, 17 dicembre, 16.30.   

 

 

Tutti i Bambini nascono per essere felici 

Che grande notizia! Tutti, ma proprio tutti, i bambini nascono per essere felici: da piccoli e da grandi!

Abbiamo voluto festeggiare questa grande verità che sembra quasi un sogno ad occhi aperti, perchè pensiamo che sia un desiderio realizzabile. Come? Abbiamo degli strumenti: la Convenzione Internazionale per i Diritti dei Bambini e degli Adolescenti è uno degli strumenti più concreti che gli uomini, soprattutto quelli “grandi” hanno tra le mani. Il 20 Novembre scorso questa bella Convenzione ha compiuto 30 anni: giovane ancora ma quasi adulta ed è ora di rispettarla. Per questo con i nostri bambini della Scuola dell’Infanzia Padoan di Chioggia, quella mattina abbiamo attraversato la strada e abbiamo fatto visita al nostro Sindaco Alessandro. Seduti fitti fitti sulle poltroncine della Sala Consiliare con davanti il microfono e la bandierina in mano per sventolare con rumorosa allegria il diritto ad avere un abbraccio in famiglia ed una casa dove tornare, un nome che ci rende unici, un’istruzione per essere liberi, il diritto a giocare, a non smettere di sognare, ad essere curati. Cento bambini: pochi discorsi e tante risate e sorrisi, la sala scoppiettante di musica, canzoni e balli. Il Sindaco, l’assessore Isabella ed il sig. Bullo non ci hanno solamente accolto a braccia aperte ma hanno partecipato con il cuore a questo momento di festa. Forse in qualche minutto pesante di qualche lunghissimo Consiglio Comunale, ripenseranno a questo momento colorato ed una luce nuova, da bambini, farà fare loro le scelte più giuste.

 

La Festa dei nonni della Scuola dell’infanzia “Padoan”

Il 2 Ottobre tutti in Auditorium per far festa ai nonni. Sul palco, emozionatissimi, i nipotini che da giorni attendevano questo

momento per gridare ai loro compagnj di vita, di giochi e di mille avventure: “ Un mondo senza nonni, che mondo è?!”

I bambini della Scuola dell’Infanzia con qualche canzone e poesia hanno rallegrato la mattinata dei loro nonni, riconoscendo

quanto per loro sono importanti.

Poi tutti in sezione per continuare la festa e dare loro un regalino realizzato con le loro mani: un segnalibro da tenere tra le

pagine da leggere insieme.

I nonni si stupivano di quanto i bambini imparino in fretta: canzoni, filastrocche… 

Certo è vero, ma è altrettanto vero che le cose piccole e semplici attraversate dal cuore diventano grandi e meraviogliose e

i bambini sono professionisti in questo  tanto da far commuovere genitori e nonni anche solo per una canzone, una poesia, un

“bel” disegno….

Arrivederci, cari nonni!

 

Libri di testo a.s. 2019-20

Per comodità dell’utenza, a questo link si trova l’elenco dei libri di testo da acquistare per ciascun plesso scolastico:

https://www.albipretorionline.com/albopretorioPF3/frontend/atto.xhtml?codcli=SC26658&idatto=775074&pag=1

ATTENZIONE:

così come indicato dalla circolare n. 241, che si invita a leggere per esteso (https://www.chioggia1.it/wp-content/uploads/2019/06/ciorc.-241-pubblicazione-adozione-libri-di-testo-a.s.-2019-20.pdf), si invitano le famiglie delle CLASSI PRIME della Scuola Secondaria di primo grado “S. Pellico” a non acquistare “momentaneamente” il libro di testo per la seconda lingua straniera, in attesa della definizione delle classi prime

Saggio in calle

Giovedì 6 giugno 2019, alle 18:00, si è svolto in Calle Seminario il saggio della classe di violino del prof. Filippo Maretto.
La scelta della calle è stata fatta perché, essendo chiusa, non transitano autoveicoli. La scelta di suonare in calle invece è stata fatta per portare la musica in mezzo alla gente e per animare Riva Vena Sud.
Dopo il saggio, cui hanno assistito la Dirigente Antonella Zennaro, la DSGA Luciana Beltrame, familiari e amici degli alunni, c’è stato un piccolo rinfresco nell’adiacente cicchetteria da Nino Fisolo.
L’evento ha avuto un’inaspettata copertura mediatica grazie a due articoli pubblicati sulla pagina Facebook di Nuova Scintilla e sulla webtv ChioggiaTV.it.

Progetto di laboratorio creativo “ Riciclarte” della prof. Francesca D’Andrea

“Un cavallo per Troia”, tecnica mista cartapesta più mosaico, misure 200 x 270 cm.

Nato per realizzare le scenografie per lo spettacolo di fine anno dei ragazzi della classe I E, il progetto è stato poi proposto  a tutte le classi, in quanto con  esso si  è voluto favorire l’inclusione sociale, il recupero e rinforzo delle risorse e competenze degli alunni . Durante il secondo quadrimestre, gli alunni hanno frequentato il laboratorio, a classi aperte e in piccoli gruppi.  Ci siamo riuniti solitamente alla quarta e quinta ora del mercoledì, la sesta ora del giovedì, e ancora la terza ora del venerdì e del sabato.  Con alcuni poi abbiamo fatto anche incontri pomeridiani di 2 ore, di martedì e di giovedì.  Ci siamo incontrati per tutto il secondo quadrimestre.  Il clima e la partecipazione sono sempre stati positivi. Nella fase iniziale di studio e progettazione, sono state coinvolte anche le famiglie nella ricerca dei materiali di riciclo che avevamo scelto per il nostro progetto. Durante l’attività̀ si è dato ampio spazio all’espressione personale, tanto da far emergere sia particolari qualità̀ espressive sia difficoltà nelle abilità manuali (in qualche caso, ad esempio, si sono rilevate difficoltà a, ritagliare o modellare). Per tutti gli alunni il laboratorio ha costituito un’occasione di crescita sotto il profilo cognitivo e prassico, è stata, inoltre, un’opportunità̀ per acquistare progressivamente fiducia nelle proprie capacità di espressione migliorando l’integrazione ed il senso di appartenenza. 

Saggio di fine anno alla Silvio Pellico, con l’insegnante Micaela Tiozzo

Giovedì 30 maggio, nell’aula magna della scuola secondaria “S. Pellico” di Chioggia si è tenuto il saggio di fine anno di pianoforte a cura della professoressa Micaela Tiozzo.

L’esibizione – durata oltre un’ora e mezza – ha visto protagonisti tutti gli allievi delle classi prima, seconda e terza. Il repertorio prevedeva esecuzioni solistiche e arie classiche da Bach, Mozart, Puccini e Verdi, fino a brani contemporanei come ad esempio i Queen gettonatissimi dopo “Bohemian Rhapsody”. I ragazzi si sono cimentati anche nella pratica del pianoforte a quattro mani, in un duetto tra piano e violino e supportando una voce solista, davanti ai genitori e agli amici che non hanno lesinato applausi generosi.

La Giornata della musica a Mira

Sabato 11 maggio la classe terza “E” ad indirizzo musicale della nostra scuola secondaria di I grado “S. Pellico”, ha partecipato alla “Giornata della musica“, un evento a cui hanno preso parte tutte le scuole ad indirizzo musicale della provincia di Venezia aderenti alla Rete omonima e organizzato dalla scuola capofila, la “Luigi Nono” di Mira, nel meraviglioso scenario di villa Leoni, immersa nel suo splendido parco: .

Per i nostri ragazzi è stato un momento molto importante, per vedere e capire realtà simili alla loro, ma diverse sotto molti aspetti; essi hanno suonato in formazione orchestrale, eseguendo con successo tre brani: Tinga layo, Jamaican lullaby ed il Brindisi dell’opera La Traviata di Giuseppe Verdi.

Questa esperienza ha inoltre permesso ai ragazzi di verificare il loro livello di preparazione, oltre a scoprire realtà strumentali diverse da quelle presenti nella nostra scuola, come ad esempio classi di violoncello, flauto traverso, percussioni, sassofono e tromba.

I nostri alunni sono stati contenti della propria esecuzione ed hanno ascoltato con interesse e critica costruttiva quelle di alcune formazioni di altre scuole.

A giorni arriveranno le foto ed il video della giornata, che aggiungeremo al presente articolo e arricchiranno un ricordo bellissimo che, speriamo, si possa ripetere il prossimo anno.

1 2 3 12