Gli OPEN DAY dell’Istituto Comprensivo “CHIOGGIA 1”

 

L’Istituto Comprensivo “Chioggia 1” si presenta alla Città.

 

Inizia in questi giorni, per tutte le scuole, il periodo dell’orientamento e anche l’Istituto Comprensivo “Chioggia 1” si prepara ad aprire le porte a genitori e ad alunni. Da quest’anno la scuola è retta da una nuova dirigente, la Prof.ssa Maria Cristina Baleani, vincitrice dell’ultimo concorso, che si è proposta fin da subito di ridare slancio e di contribuire a rinnovare un istituto che ha formato generazioni di studenti e che vuole continuare ad essere punto di riferimento per tantissime famiglie. Il Collegio dei docenti ha subito raccolto la sfida e con la dirigente si è impegnato a formarsi ancora di più su varie tematiche, come il digitale e che vanno dall’inclusione a un’apertura sempre maggiore al territorio e alle famiglie. Il nostro istituto crede fortemente che una scuola che vuole formare deve essere al passo con i tempi e deve sapersi confrontare con le sfide cui ci pongono dinanzi l’Europa e il mondo intero: ecco allora lo sforzo per internazionalizzare, cioè per rendere gli studenti sempre più competenti nella pratica delle lingue straniere, con le certificazioni linguistiche, introduzione di lettori e lingue opzionali, ma anche i viaggi di istruzione e i gemellaggi con altre scuole all’estero. Internazionalizzare ma anche digitalizzare e lavorare nei laboratori a tema, mettere gli allievi a contatto con gli strumenti attuali di comunicazione, di ricerca, di conoscenza, di apprendimento, affinché la scuola non sia avulsa dal mondo che ci circonda, ma vi sia pienamente inserita, offra continui stimoli di crescita e di promozione per tutti e diventi un laboratorio permanente di ricerca e sviluppo, aperto oltre il tempo scuola normale per accogliere diverse esigenze formative e diventare ancora di più un punto di riferimento nel centro della città. Inoltre l’attenzione è diretta anche alla promozione culturale e umana di tutti, ma anche attenta a ciascun alunno, perché l’inclusione è un altro degli aspetti su cui l’istituto si prefigge di continuare a impegnarsi e a lavorare. Potremmo dire che sono proprio questi i tre punti focali che vedranno in prima linea docenti e allievi e che porteranno a guardare alle sfide dell’oggi e del futuro, ma senza disdegnare la tradizione, che integra il nuovo e gli dà significato. L’offerta formativa è ampia e contempla la musica, lo sport, il teatro, l’arte, il benessere, fino ai progetti con le scuole superiori e molto, molto altro. Il tutto mentre si è immersi in un ambiente sicuro e caratterizzato da un dialogo e ascolto continui. Fondamentale, però, perché una scuola sia viva e al passo con i tempi, è la continua formazione del docente, il suo continuo aggiornamento e, proprio per questo, la prima parte dell’anno ha già visto molti insegnanti dell’istituto impegnati in convegni e giornate di studio in varie città italiane ed anche all’estero, che hanno portato linfa, arricchimento e slancio alle attività e alla progettualità. 

Per conoscere meglio l’istituto e la sua offerta formativa si invitano allievi e genitori a partecipare agli “Open Day”, che si terranno nelle varie sedi scolastiche secondo il seguente calendario:

Primaria “Gregorutti”, 30 novembre, ore 9.30 Secondaria di I grado “Pellico” e sua sezione musicale, 5 dicembre, ore 15.00 Infanzia “Padoan”, 10 dicembre, 16.20 Primaria “Marchetti”, 17 dicembre, 16.30.   

 

 

Libri di testo a.s. 2019-20

Per comodità dell’utenza, a questo link si trova l’elenco dei libri di testo da acquistare per ciascun plesso scolastico:

https://www.albipretorionline.com/albopretorioPF3/frontend/atto.xhtml?codcli=SC26658&idatto=775074&pag=1

ATTENZIONE:

così come indicato dalla circolare n. 241, che si invita a leggere per esteso (https://www.chioggia1.it/wp-content/uploads/2019/06/ciorc.-241-pubblicazione-adozione-libri-di-testo-a.s.-2019-20.pdf), si invitano le famiglie delle CLASSI PRIME della Scuola Secondaria di primo grado “S. Pellico” a non acquistare “momentaneamente” il libro di testo per la seconda lingua straniera, in attesa della definizione delle classi prime

Progetto di laboratorio creativo “ Riciclarte” della prof. Francesca D’Andrea

“Un cavallo per Troia”, tecnica mista cartapesta più mosaico, misure 200 x 270 cm.

Nato per realizzare le scenografie per lo spettacolo di fine anno dei ragazzi della classe I E, il progetto è stato poi proposto  a tutte le classi, in quanto con  esso si  è voluto favorire l’inclusione sociale, il recupero e rinforzo delle risorse e competenze degli alunni . Durante il secondo quadrimestre, gli alunni hanno frequentato il laboratorio, a classi aperte e in piccoli gruppi.  Ci siamo riuniti solitamente alla quarta e quinta ora del mercoledì, la sesta ora del giovedì, e ancora la terza ora del venerdì e del sabato.  Con alcuni poi abbiamo fatto anche incontri pomeridiani di 2 ore, di martedì e di giovedì.  Ci siamo incontrati per tutto il secondo quadrimestre.  Il clima e la partecipazione sono sempre stati positivi. Nella fase iniziale di studio e progettazione, sono state coinvolte anche le famiglie nella ricerca dei materiali di riciclo che avevamo scelto per il nostro progetto. Durante l’attività̀ si è dato ampio spazio all’espressione personale, tanto da far emergere sia particolari qualità̀ espressive sia difficoltà nelle abilità manuali (in qualche caso, ad esempio, si sono rilevate difficoltà a, ritagliare o modellare). Per tutti gli alunni il laboratorio ha costituito un’occasione di crescita sotto il profilo cognitivo e prassico, è stata, inoltre, un’opportunità̀ per acquistare progressivamente fiducia nelle proprie capacità di espressione migliorando l’integrazione ed il senso di appartenenza. 

Grande successo della “Pellico” alla V “Notte Nazionale del Liceo Classico”

Per il secondo anno consecutivo abbiamo accolto l’invito del Liceo classico cittadino e abbiamo partecipato alla ormai famosa “Notte nazionale”.

Abbiamo avuto così l’opportunità di presentare, dinanzi a una sala gremita, un primo risultato dell’attività, che stiamo portando avanti con il Liceo, per l’acquisizione di competenze in verticale. Il progetto, patrocinato dal MIUR, dal titolo “Didattica delle lingue e delle letterature classiche”, si è proposto qui a Chioggia di condurre i nostri allievi della “Pellico” (corsi tradizionale e musicale), insieme a quelli del Liceo classico, attraverso un percorso di storia della medicina. Ed ecco che partendo da Ippocrate, il cui famoso giuramento è stato declamato in francese dai nostri alunni, si è passati alla lettura di passi di lettere tra Francesco Petrarca e il suo medico curante, Giovanni Dondi Dell’orologio, e poi a Molière, che con “Il Malato immaginario” resta una pietra miliare nella letteratura di tutti i tempi di argomento medico. Poi ancora, passando per Gozzi, si è giunti fino al Novecento con Dino Buzzati, in un alternarsi di performance con i ragazzi liceali. Il tutto impreziosito da disegni belli e significativi e dalle note degli alunni del corso ad indirizzo musicale, guidati dai loro insegnanti. Che dire? Bravissimi tutti i I nostri studenti della “Pellico”, che hanno dimostrato padronanza di quello che hanno fin qui studiato e anche ottima capacità di gestire l’emozione del palcoscenico. Un ringraziamento speciale al Liceo classico, che ci ha gentilmente accolto nel suo auditorium di borgo San Giovanni, e l’auspicio che una esperienza di apprendimento così originale e arricchente possa ripetersi.

I professori Alessandro Bobisse, Laura Casson, Francesca D’Andrea, Filippo Maretto, Luciana Salvagno, Elettra Sessa, Micaela Tiozzo, Cristina Varagnolo, Anna Zanella.

“Pellico” e Liceo Classico “G. Veronese” a tu per tu

 

 

Al via il progetto “Didattica delle Lingue e delle Letterature Classiche”.

 

 

Sta per iniziare il progetto “dLc” (patrocinato dal MIUR, MIBAC ed USR del Veneto) dal titolo “Iatrós philósophos isótheos [il medico innamorato della sapienza è simile a un dio]riconoscere l’antico nel moderno per costruire competenze multidisciplinari in verticale”. Questa attività di ricerca-azione vede, per il secondo anno consecutivo, la “Pellico” incontrare studenti e colleghi del Liceo, per lavorare in continuità tra scuole di ordine diverso.

 

L’argomento ci è sembrato estremamente interessante: si parlerà di medicina. Il tema è attraente per i nostri allievi, dato che molti di loro sembrano già manifestare curiosità per la professione medica e per questo anche i docenti di matematica e scienze, quest’anno, parteciperanno alla ricerca, oltre a quelli di lettere, di lingue straniere, di arte e di strumento musicale.

 

Confidiamo di dare un saggio delle competenze fin lì raggiunte dagli alunni in occasione della V Notte Nazionale del Liceo Classico, alla quale interverremo per parlare di medici, pazienti, medicine e letteratura.

 

Arrivederci all’11 gennaio 2019.

 

1 2 3