Le tre giornate dello sport alla scuola primaria “Gregorutti”

 

giornate-dello-sport-alla-gregorutti-n-5

giornate-dello-sport-alla-gregorutti-n-6

 

 

Note di Natale

Giovedì 22 dicembre 2016, per il terzo anno consecutivo, il Piccolo Coro della nostra Scuola ha intonato dolci melodie natalizie augurando ai genitori, alle autorità convenute e a tutti i partecipanti un Felice Natale e un Sereno Nuovo Anno.

Viva il Teatro

Lunedì 19 dicembre 2016 la Cooperativa Sociale Prometeo e la Compagnia Teatrale I Rusteghi hanno insieme rappresentato la Gabbianella e il Gatto di Louis Sepulveda.
A tutti gli attori il nostro caloroso applauso.

 

Una visita inaspettata

Sabato 17 dicembre 2016 abbiamo ricevuto la visita del Sindaco, Dott. Alessandro Ferro, e dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Avv. Patrizia Trappella.

Il Sindaco ha portato un piccolo dono ad ogni alunno e visitato la nostra scuola tra lo stupore generale di tutti.

 

 

visita-del-sindaco-alla-gregorutti-n-1

Alunni orologiai

Egr. Direttore, sono un professore tedesco e le invio la seguente lettera, perché grazie ad una serie fortuita e favorevole di circostanze ho potuto assistere ad un evento che per me ha dell’eccezionale.
Una domanda: “Dove si trova l’Orologio da Torre più antico del mondo e chi sa ricostruirlo come modello in legno?”
A questa domanda gli alunni della scuola elementare “P. A. Gregorutti” di Chioggia sanno dare la risposta esatta: “L’Orologio da Torre più antico del mondo si trova nella Torre di S. Andrea a Chioggia”. E loro stessi l’hanno ricostruito sabato 17 settembre, nell’atrio della loro scuola, sotto la guida esperta di A. Bullo, A. Grandis, G. Lanza e R. Marchesan. Erano presenti il dr. A. Frascati, l’assessore D. Stecco e la consigliera comunale D. Sassi, oltre al parroco don Vincenzo che ha portato un breve saluto. Tutti gli alunni, proprio tutti, sono stati coinvolti nel lavoro: chi infilava la vite, chi avvitava il dado, chi sorreggeva le ruote dentate, chi aiutava ad infilare gli assi nelle ruote, chi… ecc. ecc. . Mentre erano intenti nel lavoro gli alunni si facevano coraggio cantando perfettamente a memoria la canzone “Fra Martino campanaro…”, “Il ragazzo della via Gluck” e l’Inno di Mameli.
Alla fine un bel gruppo ha sollevato l’intera struttura e l’ha posta sul grande basamento che era stato in precedenza preparato dai piccoli alunni delle classi prime.
Finalmente veniva messo il pendolo e, mentre oscillava, tutti gli alunni (139) insieme al pendolo facevano: “Tic tac, tic tac, ticchete tac…”.
Per me, professore abituato a scuola con persone adulte, è stata una esperienza fantastica ed una gioia immensa vedere questi bambini vivaci e curiosi che stavano imparando a conoscere, valorizzare ed apprezzare il loro patrimonio culturale unico al mondo.
Complimenti al gruppo culturale “Dondi dall’Orologio” e al Comitato della Torre, ma i complimenti più grandi vanno agli alunni e alle maestre che hanno svolto un lavoro così bello.
Continuate così!
München, 20/09/2016
prof. Wilhelm Staub

 

alunni-orologiai-1

 

 

 

 

Progetto “Musicolandia” alla Gregorutti, classi V A e V B

Il progetto didattico musicale effettuato presso nelle due classi quinte della  scuola elementare “Gregorutti”, tenuto dalla prof.ssa Micaela Tiozzo e articolato in 10 lezioni, è stato un bel successo “di pubblico e di critica” nel senso che, da parte dei ragazzi che l’hanno frequentato, c’è stato un tale entusiasmo, che il programma si è indirizzato in vari settori musicali, seguendo le richieste degli allievi. Si è affrontato il tema del ritmo attraverso la tecnica della body percussion, l’analisi delle melodie attraverso l’ascolto di determinate musiche, la sperimentazione vocale, in più è stato approfondito il concetto del suono, del timbro e della qualità del suono stesso. Durante l’ultimo incontro, aperto ai genitori, è stata presentata una favola popolare elaborata dai bambini con effetti sonori ottenuti attraverso gli insegnamenti tratti da questa esperienza.

 

Tutti gli articoli del Progetto “Musicolandia”

 

Educazione alla sicurezza stradale

con i Supereroi Fulmine ed Elettra, a ritmo di …. Sassofono!

Il progetto di educazione alla sicurezza stradale STRADA SICURA ha avuto inizio diversi anni fa presso le scuole primarie G. Marchetti e A. Gregorutti dell’Istituto Comprensivo Chioggia 1.

Il progetto ha avuto lo scopo di sensibilizzare e far comprendere ai bambini i princìpi legati alla sicurezza stradale: il Codice della Strada, la segnaletica, le regole di comportamento per pedoni, ciclisti e per il trasporto degli animali.

I bambini hanno appreso che il rispetto di tali regole e normative è molto importante per la loro vita.

Più di mille bambini hanno prodotto testi, piccoli pensieri, disegni, filastrocche e slogan sul tema della sicurezza stradale: in auto, in bici e come pedoni.

Durante l’anno scolastico 2015-16 hanno partecipato al progetto anche gli alunni della VB indirizzo Scienze Umane del liceo G. Veronese di Chioggia, che, insieme alle insegnanti della scuola primaria Istituto Comprensivo Chioggia1, hanno proposto ai bambini attività didattiche diverse, quali lezioni frontali, laboratori creativi, gioco dell’oca stradale, giochi a squadre e quiz, racconti e musica. Tra le letture che hanno appassionato i più piccoli, anche le avventure di Fulmine ed Elettra, due supereroi catapultati dallo spazio sul pianeta Terra e alle prese con la segnaletica stradale e le norme di sicurezza.

Leggetene Un estratto: Fulmine ed Elettra

Ecco l’ esperienza raccontata da alcuni alunni di classe quinta.

“ Oggi tre ragazze sono entrate all’improvviso nella nostra aula: Serena suonava il sassofono e a seguirla c’erano Beatrice e Giulia, tutte studentesse del Liceo G. Veronese. Ci hanno proposto alcuni argomenti riguardanti l’educazione stradale, ma in un modo divertentissimo! All’inizio   Serena ci ha letto una storia inventata e illustrata da loro “Fulmine  ed Elettra: gli eroi della strada”. Successivamente abbiamo giocato al gioco dell’oca con i segnali stradali ed abbiamo fatto anche dei quiz. Serena ha poi soddisfatto tutte le nostre richieste musicali e la sua musica ha conquistato il nostro cuore.” ( Lisa)

 “ Oggi inaspettatamente tre ragazze del Liceo sono entrate nella nostra classe. Si chiamavano: Serena, Giulia e Beatrice. Serena è entrata suonando il sassofono e la musica era così forte che tutti noi avevamo un sorriso impossibile da descrivere. Ci hanno poi letto una storia da loro inventata “Fulmine ed Elettra: gli eroi della strada”. Subito dopo, divisi in squadre, abbiamo risposto ad una serie di quiz ed abbiamo giocato al gioco dell’oca “stradale”. Serena ci ha poi suonato “Sorry“ ed ero SUPERARCICONTENTA ! (Camilla)

“Questa mattina sono entrate tre ragazze di nome Giulia, Serena e Beatrice e ci hanno letteralmente “incantato” a ritmo di musica, ovvero con la canzone “ EL MISMO SOL” suonata da Serena con il sassofono. Appena le mie orecchie hanno sentito quella dolce melodia, ho pensato: Che brava! Magnifico!!! Ero molto emozionata, infatti Serena, come poi ci ha raccontato, ha studiato per molti anni al Conservatorio diplomandosi con successo!! Successivamente ci ha intrattenuto sui segnali stradali, ma ci ha fatto i complimenti perché eravamo molto preparati. In seguito ci siamo disposti in gruppi per giocare al gioco dell’oca con la segnaletica stradale e a risolvere dei quiz”. ( Marika)

 

“Questa mattina sono entrate tre ragazze di nome Serena, Beatrice e Giulia. Serena, mentre entrava, suonava il sassofono: la musica era bellissima. In seguito ci hanno letto una storia scritta da loro e intitolata “ Fulmine ed Elettra: gli eroi della strada”, una storia molto bella e ben illustrata. Dopo abbiamo giocato insieme a Beatrice al gioco dell’oca con i segnali stradali. Ci siamo divisi in quattro gruppi, abbiamo risolto dei quiz sui cartelli stradali ed abbiamo pareggiato. Infine Serena ci ha suonato ancora tante canzoni molto belle e ci ha consegnato anche il patentino.” ( Enrico)

“ ……… Abbiamo fatto un giro di nomi e subito dopo ci hanno letto un libretto che si intitolava “ Fulmine ed Elettra: gli eroi della strada”.  Successivamente Serena ha suonato delle canzoni meravigliose che mi hanno piacevolmente stupito. Dopo abbiamo giocato al gioco dell’oca con i segnali stradali e abbiamo risolto dei quiz. All’intervallo, insieme alle studentesse e a Serena che suonava, siamo andate nell’aula insegnanti e abbiamo offerto loro cioccolata calda e cappuccino. Mi sono divertita tantissimo. Infine ci hanno anche consegnato la patente per la bicicletta per tutta la classe V B.  (Chiara)

 

“…… Serena ci ha letto un libro che praticamente   parlava di due supereroi trasportati sul pianeta Terra e alle prese con i segnali stradali…… Poi, mentre Serena era  nell’altra quinta a suonare, Beatrice e Giulia hanno organizzato il gioco dell’oca con i segnali stradali e con una serie di quiz. In seguito per ringraziarle abbiamo offerto della cioccolata e nel corridoio durante l’intervallo mentre Serena suonava il sassofono, noi cantavamo. Mi sono divertito moltissimo. ( Santo)

 

“Questa mattina sono entrate un gruppo di ragazze simpatiche. Una ragazza aveva il sassofono ed è entrata suonando una canzone bellissima. Quando si sono presentate, noi abbiamo chiesto di suonare altri brani musicali. Tutte le canzoni mi hanno “rapito” da quanto belle erano. Ogni canzone mi faceva felice!! Abbiamo giocato al gioco dell’oca e ci hanno letto una storia scritta da loro intitolata: “Fulmine ed Elettra: gli eroi della strada”.   Più tardi, su nostra richiesta, hanno suonato ancora altre musiche tipo “ Sorry…”.    E’ stata un’esperienza magnifica! (Luca T.)

1 2 3