L’evoluzione dell’uomo

Video che riassume il lavoro di ricerca svolto durante l’anno scolastico 2017-18 dagli alunni della classe 3^B, sotto la guida della tirocinante Chiereghin Carla.

 

Concerto finale dell’orchestra della sezione musicale

Giovedì 31 maggio 2018 alle ore 18:00, presso l’Auditorium “S.Niccolò” di Chioggia, si è tenuto il consueto concerto di fine anno scolastico degli alunni della sezione ad indirizzo musicale della scuola secondaria di I grado “S. Pellico”, oramai divenuto un appuntamento molto atteso, con una sala stracolma di gente e tante persone in piedi.

I ragazzi, come solito, emozionati ma felici di mostrare quanto appreso durante il percorso scolastico, hanno eseguito i vari brani con serietà, impegno e bravura, sostenuti durante l’esibizione dai loro insegnanti: nello specifico, il professore di clarinetto Michele Arrighi, il professore di violino Filippo Maretto, la professoressa di pianoforte Micaela Tiozzo – che ha anche presentato la serata – ed il professore di chitarra Alessandro Bobisse, che ha diretto l’orchestra di oltre 70 elementi, formata da tutti gli alunni delle tre classi.

I brani eseguiti sono stati molto apprezzati e sonoramente applauditi: l’inno nazionale inglese “God save the Queen”, il canone israeliano, tre brani sudamericani molto ritmati ed infine la famosissima “Marcia di Radetzky” di Johann Strauss padre, per l’occasione bissata ed accompagnata dall’applauso del pubblico, come fosse il concerto di capodanno.

Presenti all’evento il vicesindaco Marco Veronese, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, reggente dell’Istituto Comprensivo “Chioggia 1”, prof.ssa Antonella Zennaro, la vicaria prof.ssa Eloisa Bonaldo e numerosi insegnanti dell’intero istituto.

La storia siamo noi

“Spazio al tempo… viaggiando nella storia” ed il nostro viaggio è partito proprio così, regalandoci quel poco di tempo che basta a noi insegnanti per portare i nostri bambini verso mondi meravigliosi ed inaspettati. Le programmazioni per l’anno che verrà nascono sempre così, da un sogno condiviso e dall’entusiasmo di realizzarlo insieme.

Ed ecco che, nei primi mesi di scuola, l’extraterrestre BipBip ci dona una macchina del tempo per farci conoscere e rivivere importanti civiltà del passato.

Questo percorso è stato messo in scena venerdì 18 Maggio al Teatro don Bosco dai bambini della Scuola dell’Infanzia “Padoan” di Chioggia.

Dai primitivi agli Egizi, dai Romani ai cavalieri del Medioevo, passando per la Luna e arrivando ai giorni nostri, all’epoca dei “nativi digitali”, più scaltri di noi con pc, smartphone e tablet.

Un crescendo di emozioni. Musiche d’epoca, recitazione dei bimbi di 5 anni, balli ben preparati e sempre insaporiti dalla creatività e ed imprevedibilità dei bambini; tutti insieme, nessuno escluso, hanno contribuito al calore e ai colori di questo spettacolo divenuto festa. Il coinvolgimento di genitori e nonni ci ha permesso scenografie e costumi molto curati.

Presenti anche il Sindaco e l’assessora e molti compagni di viaggio.

L’extraterrestre alla fine ci lascia un invito importante: la terra è il pianeta più bello dell’Universo, ne dobbiamo avere cura e rispettarlo. Come? Sono piccolo? Sono da solo?… “Goccia dopo goccia nasce un fiume… se una voce sola si sente poco, insieme a tante altre diventa un coro, un grattacielo immenso comincia da un mattone, un passo dopo l’altro si va lontano”…

Ecco come, così tutto è possibile.

 

 

Laboratorio in classe: Padlet un nuovo modo di fare ricerca

Un Giovedì di Marzo il professor Maretto Filippo e la professoressa Varagnolo Cristina sono venuti nella nostra classe  3 A e ci hanno presentato la piattaforma “Padlet”.

Ci hanno spiegato che Padlet si usa per preparare e presentare delle ricerche o delle tesine, senza l’uso di chiavetta ad entrata USB.

In questo caso, questa piattaforma ci serviva per visualizzare una ricerca sull’Africa, che la professoressa Varagnolo aveva precedentemente preparato.

Infine, la professoressa  ci ha consegnato un codice che permette l’accesso diretto al sito.

Questo lavoro ci è servito perché ci ha fatto conoscere una nuova piattaforma che ci potrà aiutare agli esami.

Ecco alcuni momenti del progetto.

 

1 2 3 4 16